Caro amico ti scrivo…

2021
marmo rosa del Portogallo, antica cassetta delle lettere, ceralacca
54x20x6 cm


Codice di Registrazione
AA0392


Disponibilità
Non Disponibile


Materiali: marmo rosa del Portogallo, antica cassetta delle lettere, ceralacca.

Misure: marmo: 11x16x1 cm, cassetta: 35x20x6 cm

Viviamo in uno spazio irreale e proviamo sensazioni che oscillano tra momenti di tristezza ed inquietudine, tra felicità e serenità apparente. Siamo una società piena di incertezze e, lontani gli uni dagli altri, privati di ogni rapporto di comunione e condivisione, ci immergiamo in un mondo multiforme e pieno di dubbi. Nel 1978, uno dei più grandi cantautori della storia della musica italiana: Lucio Dalla, ha scritto una canzone visionaria: “L’anno che verrà”. La canzone, che poi è una poesia, ci ricorda che – in questo tempo lento – possiamo prendere carta e penna e scrivere una lettera a qualcuno a cui vogliamo far arrivare una nostra carezza, pur nella distanza. Caro amico, ti scrivo… rappresenta una vecchia lettera piegata, sgualcita e strappata, realizzata in marmo rosa del Portogallo, senza mittente né destinatario, con un unico elemento in evidenza che è un sigillo in ceralacca rossa; la lettera viene poi inserita all’interno di un’antica cassetta delle poste di colore verde che risale a metà degli Anni ’50.
La scultura invita l’osservatore a riflettere sulla distanza che separa due persone e sulla necessità di trovare un modo per accettarla. L’unico mezzo che abbiamo, per essere più vicini l’uno all’altro, è così la scrittura. Quando si scrive una lettera, si dedica la scrittura, il tempo, la cura e l’attenzione ad una persona come un atto d’amore, mettendo l’una dietro l’altra parole, frasi e poi concetti racchiusi tra una maiuscola e un punto, in un susseguirsi di segni, di lettere e di righe. Poi si lascia che la lettera finisca in una busta e viaggi nello spazio e nel tempo e, in quel preciso istante, l’autore che l’ha scritta se ne priva perché dona un oggetto unico a qualcun altro.

Caro amico, ti scrivo, così mi distraggo un pò

E siccome sei molto lontano, più forte ti scriverò”

Lucio Dalla, L’anno che verrà

  • : 2021
  • : marmo rosa del Portogallo, antica cassetta delle lettere, ceralacca
  • : 54x20x6 cm
  • : AA0392
  • : Non Disponibile